L’ottimizzazione per i motori di ricerca è, tra le azioni pratiche di SEO, uno dei modi più convenienti per far esplodere un business e avere successo con un’attività imprenditoriale sul web. Il problema è che ci sono così tanti miti e voci sulla SEO, che è difficile per la maggior parte dei webmaster sapere cosa fare o anche come scegliere i migliori servizi di Search Engine Optimization per il proprio sito. Per questo motivo, desideriamo indicarti cosa è etico fare e cosa no.

SEO, o ottimizzazione dei motori di ricerca, è il modo in cui i motori di ricerca vengono utilizzati per massimizzare le possibilità di ottenere un posizionamento elevato. Come la maggior parte degli utenti di internet sa, devi avere un posizionamento elevato tra i motori di ricerca se vuoi ottenere visitatori. Dunque, chiunque cerca qualcosa online, digita una frase chiave e non perde molto tempo sfogliando le diverse pagine di risultati prima di arrendersi e provare una ricerca diversa.

Ovviamente, se non trova quello che sta cercando, l’utente cambia chiave di ricerca. Perciò, per non perdere nuove opportunità commerciali, devi assolutamente investire in questa tipologia di attività strategica di web marketing. Se non sai a chi rivolgerti, puoi cercare online un esperto consulente SEO in grado di poter supportare la tua attività in rete.

Azioni pratiche di SEO da evitare

L’ottimizzazione dei motori di ricerca viene utilizzata per aumentare il posizionamento delle pagine con i motori di ricerca. I motori di ricerca rintracciano i siti e li valutano in base al numero di parole chiave ricercate visualizzate all’interno dei contenuti delle pagine del sito stesso. Cercano anche molti link.

Il desiderio di avere un buon posizionamento sui motori di ricerca è grande per tutti coloro che hanno un business online. Come tutti sanno, infatti, devi avere un alto ranking se vuoi ottenere visitatori. E diciamocelo, il punto centrale di avere un sito web è ottenere visitatori! Dunque, se non ricevi visitatori, non riesci a migliorare il business e non ottieni clienti. E il tuo sito web è totalmente inutile se nessuno lo guarda. Per questo motivo, l’ottimizzazione per i motori di ricerca diventa molto, molto importante quando ci pensi e tutto ciò che ne consegue.

Il cliente molto spesso è così determinato a ottenere posizioni elevate da chiedere cose non etiche da fare con il proprio sito web per cercare di aumentare le classifiche su Google. Tuttavia, è meglio evitare queste pratiche non etiche e utilizzare tecniche corrette che piacciono ai motori di ricerca per aumentare le classifiche dei siti nel modo in cui si deve. Innanzitutto, attraverso un consulente di web marketing professionista e serio, identifica le cose sbagliate che puoi evitare di fare online.

Evita l’uso improprio delle parole chiave

I motori di ricerca sono molto intelligenti, ma non sono così intelligenti da non poter essere ingannati. Infatti, sono in grado di individuare i contenuti nei siti, ma non possono leggere esattamente il contenuto nel modo in cui possono farlo gli esseri umani. Alcuni siti web presentano nei contenuti testuali un mucchio di parole chiave, senza avere forma e senso.

Infatti, lunghe stringhe di testo sono imbottite con parole chiave come:

  • canottaggio
  • pesca
  • caccia
  • avventura all’aria aperta
  • pesce
  • barca
  • caccia
  • arrampicata su roccia
  • canottaggio

Queste naturalmente sono solo delle parole chiave di esempio. Tuttavia, creare un testo con queste parole utilizzate in modo inappropriato, più e più volte, peggiora la leggibilità e rende il tutto pesante da leggere per il lettore.

Purtroppo, questo avviene perché i motori di ricerca cercano delle parole chiave per individuare di cosa si parla all’interno della pagina. Dunque, in molti pensano che riempire i testi di keywords riesce ad aumentare le possibilità di ottenere ottimi risultati nella SERP di Google. Ma non farlo! Ai clienti non piace e alla fine ingannare un motore di ricerca non è mai una buona idea. Le tue parole chiave devono apparire all’interno di contenuti reali sul tuo sito web.

Evita l’uso improprio dei tag META

I META tag fanno parte del codice html utilizzato per creare una pagina web. Inoltre, i META tag sono ciò che usi per dire ai motori di ricerca di cosa parla la tua pagina web. Alcuni possono utilizzare i tag META per cercare di ingannare i motori di ricerca in modo simile a quanto descritto sopra. Tuttavia, questo non funziona a lungo e, quando scoperto, sarai amaramente buttato giù nelle classifiche. Ricorda che i motori di ricerca non cercano solo i tag META, ma anche e sempre i contenuti.

Nelle tue azioni pratiche di SEO evita di realizzare contenuti di bassa qualità

Oggi più che mai, inserire lunghe stringhe di testo che non hanno senso, che servono solo sul sito per fare uso di parole chiave per i motori di ricerca, risulta essere inutile e penalizzante. Infatti, è sì importante impressionare i motori di ricerca per ottenere un posizionamento alto con un contenuto di qualità, ma è più importante impressionare i tuoi visitatori.

Dunque, fornisci ai visitatori degli ottimi contenuti e, di sicuro, rimarranno sul tuo sito. Al contrario, andranno via se fornisci un mucchio di testo che non ha senso e non è una buona lettura. Anche se è vero che la maggior parte dei contenuti sui siti web viene sfogliata solo brevemente dagli utenti, vuoi comunque che quel contenuto abbia un po’ di senso per loro. Perciò, avere buoni contenuti, almeno contenuti reali, e ottenere il massimo dalle parole chiave utilizzando quel contenuto è la vera soluzione.

Ecco come ottenere un posizionamento stabile nel tempo che piace ai motori di ricerca e che, comunque, risulta essere davvero etico.