Avviare una startup con la Confartigianato Bergamo

Avviare una startup con la Confartigianato Bergamo

Avviare una startup non è certo un’operazione semplice, occorre infatti seguire una serie di pratiche e possedere alcuni requisiti fondamentali senza i quali l’avvio dell’impresa non può avere inizio. Tuttavia, in una società caratterizzata da un alto tasso di disoccupazione, sono sempre di più le persone, specialmente i giovani, che decidono di sperimentare nuove forme di imprenditoria mediante lo sviluppo di idee innovative anche nel campo dell’artigianato.

Le startup sono il simbolo di un’Italia in crescita, di menti brillanti che amano “mettersi in gioco” coltivando le proprie passioni e i propri interessi. Se anche tu desideri aprire una startup ma non sai da dove cominciare, puoi certamente trovare un valido aiuto nella Confartigianato Bergamo, organizzazione sindacale che da oltre 70 anni assiste e tutela le piccole e medio imprese.

Avviare una startup: come fare passo dopo passo

Prima di tutto accertati che:

  • La tua idea di impresa sia effettivamente realizzabile sotto il punto di vista economico e pratico. Se hai idee brillanti ma poi queste non possono essere concretamente realizzate alla fine resteranno solo delle semplici idee;
  • Sei in regola con autorizzazioni e licenze e possiedi tutti i documenti richiesti;
  • I costi da sostenere siano già stati definiti.

Infine verifica sempre se sono disponibili bandi pubblici. Generalmente enti come la Regione indicono con una certa regolarità dei bandi per finanziare la nascita di nuove imprese.

La Confartigianato di Bergamo assiste tutti coloro che intendono comprendere  come fare impresa nel rispetto delle norme di legge e senza incorrere in violazioni.

Attività innovative da aprire: in cosa può essere d’aiuto la Confartigianato?

La Confartigianato o Associazione Artigiani Bergamo rappresenta un punto di riferimento per chi vuole avviare una nuova attività. Nello specifico aiuta a:

Startup foto

  • Reperire e preparare i documenti necessari;
  • Comprendere che tipo di impresa è più adatta: se una società individuale, una srl o una spa;
  • Preparare un piano d’impresa dettagliato completo di costi da sostenere cercando il modo migliore per risparmiare;
  • Accedere eventualmente a un credito agevolato;
  • Usufruire di corsi di formazione sulla sicurezza aziendale.

Regola fondamentale: prima di agire studia la concorrenza

A questo punto sei pronto per avviare la tua impresa. Ma ricorda di non partire mai se prima di tutto non hai studiato bene la tua concorrenza. Ci sono altre imprese che lavorano nel tuo stesso settore o piuttosto stai sviluppando un’idea di azienda totalmente nuova?

Considera che per avere davvero successo occorre sviluppare qualcosa di diverso da quello che già altre persone hanno immesso sul mercato. Altrimenti si rischia di replicare idee altrui, di cadere nel fallimento e di non vedere mai decollare la propria startup.

Avviare una startup: lasciarsi guidare per non rischiare

Il modo migliore per evitare rischi di qualsiasi genere è quindi quello di affidarsi a professionisti come l’Associazione Artigiani che sa offrire un’ottima consulenza e illustrare nel dettaglio costi e benefici.

La startup di successo è quella che è fondata su idee solide, realizzabili e facilmente finanziabili. Ma è anche quella che non agisce affidandosi al caso e che invece ha dietro di sé un’adeguata strategia.